Twin Towers: sei anni dopo il ricordo tra dubbi e polemiche

Scritto da: -

twintoewot-1.jpg

Update! ore 10.22 - Un nuovo messaggio video di Osama Bin Laden che presenta il testamento di Abu Musab Waleed al Shehri, uno dei kamikaze sul volo Boston – Los Angeles che si schiantò contro una torre del World Trade Center. La notizia del video della durata di 47 minuti è stata data Al Sahab, media di riferimento per Al Qaeda. A differenza del video percedente, nel testamento del kamikaze l'immagine rimane fissa e interviene la sua voce fuori campo. Il dirottatore era fratello Wail al-Shehri anche lui coinvolto nell'attacco alle due Torri, il cui testamento è stato diffuso alla vigilia dell' 11 settembre 2006.

A sei anni dal crollo delle Torri Gemelle del World Trade Center il ricordo è ancora vivo. Dallo sgomento iniziale alla lotta al terrorismo di George W. Bush, l'11/9 ha segnato la svolta per le dinamiche politiche internazionali. Alla vigilia dell'anniversario la Cia diffonde anche un nuovo video di Bin Laden in cui Al Qaeda avrebbe in programma nuovi attacchi sul suolo americano. Negli ultimi sei anni, non sono mancate le teorie di chi non crede alla versione ufficiale con oltre 3000 libri per documentare la presunta cospirazione. E sono i debunkers coloro che fanno della demolizione dei complotti il proprio mestiere.

Fra i primi a smontare le presunte verità la rivista Popular Mechanics ripresa anche da Diario e il documentario della BBC accusato dalla blogosfera di faziosità e scarsa accuratezza giornalistica (come afferma Aangirfan). Anche l'amministrazione Usa a fronte delle domande sollevate è corsa ai ripari e ha dedicato una pagina web per chiarire la dinamica dell'attentato. Nonostante la battaglia per demolire le teorie non ufficiali, c'è ancora chi continua a proporre una versione alternativa come Giulietto Chiesa che con "Zero – investigation on 9/11" vuole smontare gli esiti dell'indagine ufficiale della Commissione d'inchiesta del Congresso (guarda il video qui sotto). E mentre i lavori a Ground Zero procedono a rilento e l'area circostante si trasforma nella social scene più in voga di Manhattan sembra ancora lunga la strada per i reduci.

Il 21% dei volontari accorsi il giorno dell'attacco è stato colpito da stress post traumatico e in seguito agli attacchi oltre 1200 vigili del fuoco hanno lasciato il lavoro per problemi respiratori. Una spina nel fianco anche per il Governo che ha subito gli attacchi di Michael Moore in Sicko sulla mancata assistenza del sistema sanitario americano alle vittime di Groud Zero, costrette a raggiungere Cuba per ricevere le cure necessarie.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano