Veltroni, Pd e Berlusconi: parla "Il centrosinistra dei giovani"

Scritto da: -

centrosx.jpg

Quale sarà il futuro di Veltroni? E qual è il ruolo nel Partito democratico del suo braccio destro Goffredo Bettini? Oggi intervistiamo Marco Cavicchioli, curatore del blog Ilcentrosinistra dei giovani. Classe 1975, il nostro blogger è web-designer e Presidente dell'associazione torinese dei Giovani per l'Unione.

Marco, parliamo di Partito democratico: qual'è il ruolo di Goffredo Bettini?

Nel Partito Democratico i ruoli di rilievo debbono essere ricoperti da persone esperte e capaci, perchè il momento è cruciale. Se infatti dovesse nascere male tutto sarebbe stato inutile. Quindi non mi stupisce che Veltroni abbia deciso di piazzare i suoi uomini chiave nei posti chiave. Ormai tutta la responsabilità della buona riuscita della nascita del Pd è passata dalle mani di Rutelli e Fassino alle mani di Veltroni, che di certo non vuole toppare.

Come ha reagito Torino al trionfo di Veltroni?

Non è possibile percepire nulla al momento. Posso però dire che il "partito di Veltroni", di cui ad esempio fanno parte anche il sindaco Sergio Chiamparino e Mercedes Bresso, presidente della Regione Piemonte, dopo le primarie ha davvero distanziato tutte le altre correnti interne al Pd. Con la vittoria schiacciante di Veltroni ora il Pd è davvero molto più unito di quanto non lo fossero Margherita e Ds prima.

centrosx33.jpg

Il 17 e 18 novembre Forza Italia scende in piazza per ritornare alle elezioni e stavolta avrebbe davvero modo di uscirne come maggioranza di governo. Cosa ne pensi?

Quello che mi stupisce di più è l'atteggiamento di Veltroni: è consapevole che il governo è alle strette e che, se si votasse domani, il centrodestra farebbe il pienone. Ma, nonostante tutto, pare tranquillo, per nulla preoccupato. Probabilmente ha in mente qualcosa. Qualcosa che forse non è ancora maturo per poter essere apprezzato dal resto della coalizione, dai simpatizzanti del PD, e dai suoi attuali (e futuri) sostenitori.

Gli accenni passati alla "vocazione maggioritaria" del Pd farebbero pensare ad una strategia che non escluda l'imminente ricorso al voto, per preparare con più tempo una nuova proposta politica di centrosinistra senza la sinistra radicale (ipotesi che, per avere successo, richiede davvero un grande lavoro e molto tempo a disposizione). A ciò va aggiunto che Prodi, avendo oramai deciso di ritirarsi dalla vita politica attiva dopo questa legislatura, non ha più nulla da perdere e non farà drammi quando l'inevitabile accadrà. E tutto ciò, paradossalmente, fa bene al centrosinistra.

Un'ultima considerazione: altri cinque anni di centrodestra sarebbero sopportabili per il paese?

Purtroppo temo di sì, dato che non amo particolarmente nascondermi dietro il paravento della faziosità politica, ma avranno di certo un prezzo da pagare. Ora la domanda, che rivolgo a tutti, è: siete disposti a pagare questo prezzo?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 

article
83992
Veltroni, Pd e Berlusconi: parla "Il centrosinistra dei giovani"
Veltroni, Pd e Berlusconi: parla "Il centrosinistra dei giovani"
http://politicaesocieta.blogosfere.it/2007/10/veltroni-pd-e-berlusconi-parla-il-centrosinistra-dei-giovani.html
2007-10-29T08:00:00UTC
http://politicaesocieta.blogosfere.it/assets_c/2010/09/centrosx-anteprima-112x112-91564.jpg
prodi,veltroni,fassino,berlusconi,rutelli,torino,partito democratico,pd,interviste
news