Berlusconi, fiducia al Senato: Cossiga contro Maroni e Democrazia proletaria

Scritto da: -

cossiga.jpg

Dopo la Camera Silvio Berlusconi ottiene la fiducia anche al Senato. A favore del nuovo governo 173 senatori, 137 contrari e 2 gli astenuti su 313 presenti e 312 votanti. Non ha partecipato al voto l'ex ministro dell'Interno di Forza Italia Giuseppe Pisanu, come riporta Corriere.it, assente per cause accidentali.

Mentre ieri la contestazione più dura al nuovo governo (e il particolare al suo Presidente del Consiglio ) veniva da Antonio Di Pietro, oggi il colpo mortale lo sferra il senatore a vita Francesco Cossiga che ha dichiarato:

«Voterò la fiducia al suo governo, ed è la seconda volta che accade - ricorda il presidente emerito della Repubblica, rivolgendosi a Berlusconi - ma non intendo concedere la mia fiducia, né politica né morale, nei confronti del suo ministro dell’Interno. Il quale, forse per far dimenticare un passato nel quale, mentre io lottavo contro il terrorismo da ministro dell’Interno, ha militato nell’area di estrema sinistra non lontano dalla lotta armata, dice oggi cose intollerabili per me cristiano e inattuabili». «Mi auguro - ha chiosato il senatore a vita - che lei non gli dia ascolto».

Cossiga infatti non dimentica il passato da combattente di sinistra di Roberto Maroni. Ecco cosa riporta la sua scheda biografica su Wikipedia: inizia la sua esperienza politica alla fine degli anni sessanta militando fino al 1979 nel movimento d'estrema sinistra Democrazia Proletaria. Poi incontra Umberto Bossi e nel 1990 aderisce alla Lega Lombarda, di cui viene eletto segretario provinciale di Varese.

Berlusconi, nel corso della replica agli interventi alle forze politiche, risponde a Morando, giustificando le sue frequenti citazioni della parola crescita: "Si vede che ce l'ho dentro. Visto che dicono che sono un nano…". Poi ringrazia l'opposizione per il nuovo clima di dialogo e collaborazione, mentre il Pd, accantonato l'antiberlusconismo, sorride soddisfatto. Sarà inciucio o collaborazione politica? Questo sarà il tema clou che scalderà elettori ed eletti e farà esplodere la creatività politica di Antonio Di Pietro, fulgida stella dell'opposizione nel Berlusconi IV.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano