Alfano, ddl intercettazioni: tutti i reati esclusi. Di Pietro si ribella, ombre sul processo Mills

Scritto da: -

ihearyou.jpgDisegno di legge sulle intercettazioni. Il Ministro della Giustizia Angelino Alfano in conferenza stampa ha confermato che il ddl approvato all'unanimità dal Cdm, come riporta Corriere.it, vieta le intercettazioni per reati le cui pene sono inferiori a 10 anni. È prevista una deroga per i reati contro la pubblica amministrazione, come corruzione e concussione.

Le intercettazioni inoltre saranno sempre possibili nei reati di mafia, di terrorismo e per tutti i reati di grande allarme sociale. In generale, non potranno però durare più di 3 mesi e dovranno essere decise da un tribunale, non da un singolo soggetto. Resta anche la previsione del carcere da 1 a 3 anni, commutabili in una sanzione, per chi pubblica conversazioni coperte da segreto. Secondo la nuova normativa, inoltre, le intercettazioni telefoniche autorizzate per un'indagine non saranno utilizzabili in un procedimento diverso.

Un testo equilibrato per Alfano, da cui anche la magistratura uscirà soddisfatta. E l'opposizione che fa?

Vistidalontano segnala l'analisi dell'Economist, secondo cui il governo ombra è una opposizione fantasma; ed Ecodiario ricorda le nefandezze romane di Veltroni. L'unica voce fuori dal coro è Antonio Di Pietro che paragona il ddl al tentato stupro ai danni di un bambino. Per Di Pietro infatti, il ddl  dimostra che l'urgenza nel nostro paese è quella di sospendere e annullare i processi, con chiaro riferimento al Presidente del Consiglio. Che proprio in questi giorni pare molto preoccupato per il processo Mills, oggetto dei ripetuti incontri con l'amico avvocato Niccolò Ghedini.

Per laconoscenzarendeliberi, tutte le polemiche intorno al ddl sono solo tanto rumore per nulla, perchè siamo in linea con le norme europee ed americane, la corruzione ed i reati gravi saranno intercettati, tutte le intercettazioni (rilevanti e non) verranno conservate. Ma per blogaprogetto la preoccupazione c'è, eccome: in sostanza, come spiega Anonimo Italiano, verrebbero esclusi reati gravissimi o pene al di sotto dei 10 anni quali soppressione, falsificazione o sottrazione di atti o documenti concernenti la sicurezza dello Stato, utilizzazione dei segreti di Stato, infedeltà in affari di Stato, associazione sovversiva, attentato contro i diritti politici del cittadino, cospirazione politica mediante associazione, banda armata, peculato, abuso d’ufficio, turbativa d’asta, millantato credito, illecita concorrenza con minaccia o violenza, sequestro di persona, violenza privata, furto, rapina, estorsione, truffa, usura, associazione a delinquere

Mi preoccupo più di questi reati che della mia privacy, caro Ministro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!