Berlusconi e Mills, la sicurezza del Caimano: gli effetti della salva premier sugli italiani

Scritto da: -

testata1.GIF

UPDATE! La sicurezza del Caimano 2: gli effetti della salva premier sui criminali (molto felici)  

Le elezioni le ha stravinte, adulti e pensionati italiani volevano sentire parlare di sicurezza e sono stati accontentati. I giovani rintanati in cantina anche per i prossimi cinque anni, insieme alla speranza di meritocrazia e di lavoro flessibile ma pur sempre lavoro. Silvio Berlusconi non ha di che lamentarsi a parte la comunione vietata ai divorziati. Per il resto tutto bene.

I nodi sono venuti al pettine e si sono sciolti come neve al sole, almeno a Palazzo Madama dove il dl sulla sicurezza è stato approvato. Con lui anche la norma salva premier che sospende per un anno tutti i processi per reati avvenuti prima del 2002 con pene inferiori a 10 anni. I soli a protestare in aula sono i deputati dell'Italia dei Valori, l'unico partito dell'opposizione di cui gli elettori di sinistra non si devono vergognare. Tutto il resto è noia. 

Passa il dl sicurezza e passa la salva premier. Gli italiani, mi dice Silvio di SporteMotori, sono felici e convinti che l'emendamento sia per la loro incolumità, contro malfattori, ladri e assassini. Ma non è così. L'emendamento è per la sicurezza del nostro Presidente del Consiglio che sfrutterà le doti di prestigiatore dei suoi avvocati (i fedelissimi eletti nelle file del Pdl) per far cadere in prescrizione il processo Mills allo scadere dell'anno. Prescrizione non significa assoluzione ma è una pratica a cui Ghedini e Pecorella sono particolarmente affezionati.

Elettori del Pdl, vi chiedo un favore personale: leggete il post fino in fondo e, se volete, lasciate un commento. Potrebbe risvegliare i tanti annoiati e confusi dalla politica delle ultime settimane.

Ecco l'intervento di Marco Travaglio sul sito Voglioscendere

Uno straniero violenta una studentessa alla fermata del tram. Secondo esempio, uno studente cede una canna di hashish a un coetaneo. Quale processo viene sospeso e quale invece si fa subito? Si fa subito quello allo studente che ha ceduto la canna. Mentre quello dello straniero irregolare che ha violentato la studentessa viene rinviato a data da destinarsi. 

Due zingarelle rapiscono un bambino. Oppure, due zingarelle rubano un pezzo di formaggio in un supermercato e uscendo la guardia giurata. Quale processo si fa per primo? Naturalmente quello alle due zingarelle che rubano il formaggio. Non a quelle che rapiscono il bambino.

Risposta numero tre. Un chirurgo in un intervento fa un grave errore e provoca la morte di un bimbo. Un giovane ruba il telefono cellulare a un coetaneo e lo minaccia con un coltellino. Quale processo si fa prima? Si fa prima quello del furto del cellulare, non quello dell’errore medico.

Esempio numero quattro. Un assessore becca una tangente per truccare appalti. Suo figlio compra un motorino rubato e poi ci cambia la targa. Indovinate quale processo viene sospeso? Naturalmente quello per la tangente. Invece quello per il motorino si fa subito.

caimanotornato.jpg

Infine, uno straniero ubriaco a bordo di un’auto rubata investe tre pedoni sulle strisce. Oppure due parcheggiatori abusivi chiedono un euro a un automobilista e minacciano di rigargli la macchina se non glielo da. Quale processo si fa per prima? Quello al posteggiatore abusivo. Quello allo straniero ubriaco che ha steso le tre persone sulle strisce, no.

Questi sono tutti esempi che ha fatto l’Associazione Magistrati in uno studio sugli effetti di questa legge. Una legge che oltretutto non sospende i processi solo per un anno. Dice di sospenderli per un anno, poi in realtà bisognerà rimetterli a ruolo. La prescrizione si blocca per un anno. Dopodichè tutti i tempi morti, anni e anni, che richiederanno ai tribunali per rimetterli nel ruolo, farà sì che tutti quei processi sospesi per un anno riposeranno in pace e finiranno tutti in prescrizione. Compreso quello a Berlusconi.

E adesso chi tutela la nostra sicurezza (e non quella di Berlusconi, Mills e Ghedini)?

Tutte le puntate di PoliticaMente:

Matrimoni gay in Italia: il nostro futuro dopo Pacs, Dico e Cus  

Alfano, Berlusconi o i medici del Santa Rita di Milano? Scopri il criminale con le intercettazioni  

Giulio Andreotti, il Divo: Sorrentino e la morale mafiosa della politica italiana

Berlusconi, Sai Baba all'italiana: da Marx nei Soviet alla tassa di rimborso dell'Ici. Viva il cabaret  

Il cancro di Napoli: Gomorra, i treni per la Germania e il garzone di Toni Servillo 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!