Politica last minute: dalla Robin Hood tax al 7 in condotta

Scritto da: -

lastminute.jpg

Di Claudio Alberti  

Personalmente, sono un fan accanito dei last minute. Prenoto le mie vacanze sempre tre-quattro giorni prima di partire, spesso su internet, e (facendo le corna, perché farò lo stesso anche quest'estate) mi sono sempre trovato bene. Il viaggiatore last minute deve saper accontentarsi, sia per la destinazione, sia per la sistemazione, sia per i risultati, comunque.

Questo non dovrebbe avvenire con la politica in un Paese moderno, però. Purtroppo, invece, è quanto succede in Italia: schieramenti che non sanno trovare la giusta via di mezzo tra ideologia e vita pratica, taluni sbilanciati da una parte (come la nuova Rifondazione di Ferrero), altri precipitati dall'altra (come il PD di Veltroni). E' una politica che non sa più nutrirsi di discorsi lunghi, forti. E' una politica che ha perso la capacità di analisi, e che si dedica ad operazioni di facciata, a pubblicità ingannevoli, come nei last minute che ti prendono in giro.

Continua a leggere su Roma2011

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano