Badescu, Carfagna e Granbassi, i tre moschettieri: con Alemanno, gay e Annozero felici e contente

Scritto da: -

musketeers.jpg testata1.GIF

Vorrei solo lanciarvi qualche spunto sulla partecipazione femminile nella vita politica e televisiva italiana. Sono tempi duri, dove lo shock mascherato dal gossip porta sollievo alle anime e ai corpi degli elettori (e degli spettatori). Tra cambi d'immagine, riabilitazioni e barricate oggi vogliamo nominare le tre protagoniste del giorno. Ecco le novelle donne-moschettiere della ribalta italiana:

Ramona Badescu, new entry. Basta e avanza quello che scrive sulla Stampa di oggi Massimo Gramellini: l'attrice Ramona Badescu è stata nominata consigliere del sindaco di Roma per i rapporti con i romeni (i rapporti con gli uzbeki sono congelati in attesa di trovare un'attrice di madre lingua). La politica Daniela Santanché è stata ingaggiata da Odeon Tv, insieme a Irene Pivetti ed Elisabetta Gardini, una ex onorevole diventata personaggio televisivo e un ex personaggio televisivo diventata onorevole. Se la società degli umani seguisse i criteri dei politici, avremmo dentisti che trapanano radiatori e meccanici che scalpellano carie, parrucchieri che insegnano procedura penale e magistrati che fanno la messa in piega.

Sapevamo che Alemanno avesse già puntato lo sguardo su di lei, ma non credevamo fino a questo punto.  E la Badescu è anche stagista del Comune di Roma visto che ha dichiarato: "È già da luglio che lavoro per il Comune a titolo gratuito: quattro volte al mese faccio su e giù da Bucarest, pago da me pure l´aereo, ma la causa è giusta. Voglio aiutare il mio popolo, farvi conoscere il patrimonio di cultura e umanità di cui è portatore. Non siamo tutti assassini, finora ci hanno criminalizzato". Curioso il passaggio dal bikini alla consulenza per una pubblica amministrazione. Italia, paese delle opportunità. Anche per i rumeni.

Mara Carfagna, la riabilitazione.

Anche per lei l'Italia di Silvio è stata il paese delle opportunità. Fasciata in tailleur firmati e perbenismo melenso, la Ministra prima toglie le prostitute dalle strade (ma crede davvero di averle salvate dalla schiavitù? O le interessano solo i marciapiedi puliti?) poi interviene a Parigi e spezza una lancia a favore degli omosessuali. Saputo dei preoccupanti numeri sulla discriminazione gay, si affretta a dichiarare: "Per questo sto preparando una norma che prevede un'aggravante per gli atti di discriminazione di tipo sessuale. Qualsiasi atto di discriminazione. L'articolo 3 della Costituzione parla chiaro. E non vuole discriminazioni di tipo sessuale, così come non le ammette per la religione, la cultura l'età. Ecco perché l'aggravante verrà prevista anche per quegli atti di violenza che vengono perpetuati soltanto per contestare un orientamento sessuale". Brava Mara, vediamo cosa ne esce.

Dopo l'orrore per la vendita del proprio corpo, la demagogia sulle prostitute in strada, la fulminea carriera politica e il no al patrocinio del gay Pride forse stavolta può riscattarsi. Non riuscirà a scalfire il perbenismo di facciata della destra, ma almeno fa un passettino nella direzione giusta. «Io non ce l'ho con gli omosessuali. Vorrei che sia chiaro ». È decisa: «Sono anche favorevole a una legge che riconosca loro i diritti che oggi non hanno». Per capire: è d'accordo con i Didore che stanno preparando i ministri Gianfranco Rotondi e Renato Brunetta. Spiega, infatti: «Non è nel programma di governo una legge sui diritti degli omosessuali, ma va bene farla».

Margherita Granbassi, la leonessa. L'Arma non vuole che vada in tv da Santoro? Lei se ne frega e tira dritto perchè vuole fare la giornalista. Beata lei, che rincorre la professione più invidiata e può permettersi dal nulla di fare esperienza a fianco di Michele. Sai, lei vuole fare la giornalista. Granbassi, hai mai collaborato coi giornali? Sai quanto è dura chiamare le redazioni a tappeto per proporre dei pezzi, mentre si esaurisce il credito del cellulare? E azzeccare le proposte giuste, il caporedattore giusto, il taglio giusto, i tempi giusti? Che eroina dei nostri tempi: dice no all'Arma perchè vuole fare la giornalista. Capiamo perchè Alberto Nerazzini non sia più ad Annozero.

Tutte le puntate di Politicamente:

Fabio Berti di Anpac, un uomo un perchè: il Trapattoni di Alitalia e i kamikaze

Berlusconi, Porta a Porta è l'Isola dei Famosi: la corte di Miss Italia e Valentina Vezzali. Alitalia? No problem

Fascismo relativo: i ragazzi di Salò di La Russa sono come i partigiani e i talebani

Tv di partito: Veltroni apre Youdem e D'Alema attacca coi Red. E il duo Brambilla-Medail chiude  

Lampedusa, clandestini da 2.000 euro: Maroni e La Russa ecco come nasce un business

La Carfagna spezzata: Pari Opportunità al palo. E arrivò il riscatto della Brambilla  

Dagospia e la biografia di Berlusconi: solo Di Pietro, Travaglio e Piazza Navona sono veri?

Berlusconi e Mills, la sicurezza del Caimano: gli effetti della salva premier sugli italiani  

Matrimoni gay in Italia: il nostro futuro dopo Pacs, Dico e Cus  

Alfano, Berlusconi o i medici del Santa Rita di Milano? Scopri il criminale con le intercettazioni  

Giulio Andreotti, il Divo: Sorrentino e la morale mafiosa della politica italiana

Berlusconi, Sai Baba all'italiana: da Marx nei Soviet alla tassa di rimborso dell'Ici. Viva il cabaret  

Il cancro di Napoli: Gomorra, i treni per la Germania e il garzone di Toni Servillo

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano