Governo contro Internet, Gentiloni è stupito? Sceriffi su YouTube e Mediaset al sicuro

Scritto da: -

sceriffo.jpg

Imperativo categorico: in nome del diritto d'autore dichiarare guerra a Internet. D'ora in poi il Garante per le comunicazioni diventerà lo sceriffo del web. Questo significa, scrive Repubblica, che nel 2010 mettere lo spezzone di una partita o di un film su Youtube potrà comportare richiami e sanzioni. Il decreto prevede inoltre l'introduzione di alcune curiose novità, come ha notato Paolo Gentiloni.

Tra queste il taglio della pubblicità a Sky che coincide con un aumento degli spot sulle reti private gratuite (come Mediaset); i minori sostegni ai produttori indipendenti di film e fiction; le nuove norme antitrust (che impediscono ogni azione contro Mediaset, malgrado abbia moltiplicato i suoi canali grazie al digitale terrestre). Oggi - alle 13 - Pd, Udc e Italia dei Valori terranno una conferenza stampa di attacco conto il decreto.

Sul suo blog Beppe Grillo, oltre a notare che Internet è il bersaglio del decreto, punta il dito contro quel Gentiloni, "sorpreso" che come ministro, non mosse un dito per fare applicare le sentenze a favore di Europa 7 e spostare Rete4 sul satellite

E invita a reagire: "Dobbiamo portarci avanti con il lavoro. Eliminare i rifiuti tossici nocivi dalla Rete. Cancellate, non pubblicate più nessun programma Mediaset. Inizio io, da oggi, rendiamo la Rete un luogo migliore. Denunciate Mediaset e la RAI ogni volta che utilizzano, nei loro programmi infarciti di pubblicità, un vostro video o un vostro articolo pubblicati in Rete . Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure". 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano