Mondadori e la legge ad aziendam di Berlusconi: lo strano caso degli autori

Scritto da: -

mondadori75.jpg

Di Riccardo Spiga  

Delle leggi ad personam promosse dagli esecutivi guidati da Berlusconi per promuovere i profitti delle sue aziende, o evitare di finire giudicato in tribunale, ormai si è perso il conto: qualcuno dice che siano 35, ma l'individuazione rimane difficile: tali e tante sono le attività del Cavaliere che risulta sempre arduo calcolare gli effetti del lavoro del parlamento sui suoi molteplici interessi.

Comunque, l'ultima in ordine cronologico riguarda una misura pensata a tavolino per salvare la Mondadori da un contenzioso con il fisco che, in caso di esisto negativo, avrebbe costretto la casa editrice di Segrate a pagare circa 350 milioni di euro. Non uno scherzo. Comunque, giunti quasi a conclusione della vicenda, con il ricorso dell'Agenzia delle entrare in Cassazione, l'azienda ha potuto sistemare l'intera vertenza usufruendo di un escamotage prodotto dal governo: con un piccolo tributo di 8,6 milioni di euro si sistema tutto e amici come prima. Pazienza se al fisco, cioè alla collettività, mancheranno 340 milioni.

Continua a leggere su Teleipnosi

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano