Berlusconi stima Renzi ma è solo un pesce d'aprile

Scritto da: -

IMG_4083.JPG

E’ forse uno dei ‘pesci’ meglio riusciti tra quelli tentati ieri 1 aprile, quello che Daria Bignardi ha ordito ai danni del sindaco di Firenze Matteo Renzi nel corso de Le Invasioni Barbariche su LA7.

“E’ arrivata un’ansa che ti riguarda” - inizia a leggere la conduttrice -”Finché la sinistra sarà in mano a queste persone non vedo via d’uscita. Se la leadership passasse ad un giovane intelligente e moderato come Matteo Renzi ne potremmo riparlare”.

Il commento è di Berlusconi ed è l’anticipazione di un’intervista del Giornale dove alla domanda del direttore Sallusti su come “svelenire il clima di odio” che pervade la politica italiana, Berlusconi ha manifestato grande stima per il sindaco di Firenze.

“Mi piacerebbe sfidarlo alle prossime elezioni”: questo il contenuto della prima agenzia finta letto dalla conduttrice ad uno sbalordito Sindaco di Firenze.

Ma il ‘Pesce d’Aprile’ continua con una seconda finta agenzia:

“E’ un bravo ragazzo, ha del talento. Quando è venuto ad Arcore mi sono permesso di dargli un consiglio per rinfrescare la sua immagine, un po’ ingessata. Gli ho detto: sorrida, si faccia vedere in giro con tante  belle ragazze e racconti un po’ di barzellette. E, soprattutto, non si lasci contagiare dalla tristezza che affligge i suoi colleghi della Sinistra”.

Il Premier ha concluso: “La mia casa per lui è sempre aperta”.

Matteo Renzi stupito ha riso e ha commentato:

“Questa agenzia è strepitosa.  Non mi ha mai detto che la mia immagine è ingessata, magari lo pensa davvero, magari lo è anche. Era un altro che ha visto secondo me, non vorrei mi avesse confuso con Emilio Fede. Solo una cosa condivido: Berlusconi ha sempre saputo dire agli Italiani parole di ottimismo. Anche a vuoto, ma ha sempre avuto questa capacità, del resto nasce come uno che ha sempre venduto, ha l’immagine del grandissimo venditore. Io penso che invece la sinistra troppo spesso sia triste. Penso però che nel mio modello di sorriso e felicità non bisogna essere accompagnati dalle belle ragazze ma di vivere la vita in maniera piena”. Dichiarato lo scherzo il Sindaco di Firenze è scoppiato a ridere e ha dichiarato: “Ci son cascato come un fesso. Quando ho sentito dire la mia casa è sempre aperta mi son detto: devo chiedere ancora 100 milioni per il teatro della musica di Firenze….”

Insomma il povero Renzi ci è cascato in pieno!

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano