Lamberto Sposini in fin di vita: il Pd contro Ares 118

Scritto da: -

Lamberto Sposini è in fin di vita dopo un malore: aperta un'inchiesta sul servizio dell'Ares 118 che avrebbe inviato i soccorsi 40 minuti dopo la chiamata di intervento.

lamberto-sposini.jpg Lamberto Sposini, giornalista e conduttore televisivo, versa in condizioni gravissime, a seguito di un’emorragia cerebrale. Il conduttore si è sentito male ieri poco prima dell’inizio della puntata de“La vita in diretta”, interamente dedicata al matrimonio di William e Kate.

Polemiche sull’ambulanza che ha trasportato il giornalista dagli studi Rai di via Teulada all’ospedale Santo Spirito e che sarebbe arrivata solo dopo 40 minuti dalla chiamata di intervento.

Sulla questione si fa sentire - come riporta Roma 2.0 - anche il Pd attaverso i consiglieri regionali Enzo Foschi e Tonino D’Annibale che hanno commentato:

“Sono mesi che lanciamo l’allarme sulla situazione dell’Ares 118, un servizio strategico sull’orlo di una crisi di nervi. E quando una situazione di stress si protrae per troppo tempo senza prendere provvedimenti è facile che ci scappi il ritardo inaccettabile. Pur volendo prendere per buone le dichiarazioni dell’Azienda, non è accettabile che i mezzi arrivino sul luogo dell’incidente dopo 20 minuti. Il fatto che le ambulanze più prossime a Via Teulada fossero tutte impegnate per altri interventi, peggiora la situazione. Da tempo denunciamo che mancano mezzi e personale che cosi il servizio d’emergenza rischiava di andare in tilt, oggi tutto questo è successo in modo drammatico. E domenica a Roma ci sono due eventi che richiamano milioni di persone. Viste le condizioni in cui versa il 118 c’è da essere preoccupati”.

Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, fa sapere:

“Abbiamo sentito immediatamente i dirigenti dell’Ares che ci confermano che l’ambulanza è arrivata in 19 minuti e non in 40. Abbiamo comunque chiesto una relazione per conoscere i dettagli dell’intervento”.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!