Governo Monti: Malinconico rassegna le dimissioni

Scritto da: -

Si è dimesso il sottosegretario Carlo Malinconico, a seguito dello scandalo delle vacanze extra lusso pagate da Balducci e la cricca degli appalti del G8.

infophoto_2012-01-10_1003548_low_p0000512101.jpg

Sventato il primo scandalo del governo Monti con le dimissioni del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Carlo Malinconico, reo di aver accettato il pagamento di un soggiorno extra lusso in un hotel dell’Argentario, il Pellicano, da parte degli imprenditori coinvolti negli appalti del G8. (Foto Infophoto)

Carlo Malinconico nel 2008 si fece una vacanza extra lusso all’Argentario pagata“a sua insaputa” da Francesco De Vito Piscicelli, il costruttore indagato nell’ambito dell’inchiesta sulla ‘cricca’ (Balducci, Anenome & Co), noto per essere “l’uomo che rise del terremoto abruzzese”.

Un errore e una leggerezza imperdonabili che hanno costretto il sottosegretario, dopo poche settimane dalla nomina, a rassegnare le dimissioni.

La decisione è giunta questa mattina dopo il faccia a faccia con il premier Mario Monti il quale - recita una nota stampa - “nell’accettare le dimissioni, ha manifestato al sottosegretario Malinconico il suo apprezzamento per il senso di responsabilità dimostrato nell’anteporre l’interesse pubblico ad ogni altra considerazione” e “ha inoltre ringraziato il sottosegretario per il suo contributo al lavoro del governo, pur nella brevità del suo incarico”.

Malinconico -  all’epoca in cui si svolsero i fatti contestati, segretario generale di Palazzo Chigi, con Romano Prodi presidente del Consiglio -  ha assicurato di avere solo chiesto a Balducci, allora presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, di prenotare per suo conto una stanza al Pellicano, e di non conoscere l’identità di chi avesse saldato il suo conto.

Di seguito la telefonata fra l’albergatore e Francesco De Vito Piscicelli:


LINK UTILI:

Governo Monti: Malinconico nella bufera, le vacanze extralusso erano pagate da Balducci

Governo Monti: nominati i sottosegretari, ecco la lista completa

Giornalisti Indignati: irruzione al Circolo della Stampa di Milano

Il caso “Anemone” e la casta (laica e religiosa) 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!