Riforma del lavoro, Cancellieri: "Italiani fermi al posto fisso vicino a mamma"

Scritto da: -

I membri del governo continuano a parlare di riforma del lavoro, posto fisso e articolo 18. Ultimo il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri. Nel post le sue dichiarazioni.

cancellieri_infophoto.jpg

La priorità del governo è attualmente la riforma del lavoro su cui stanno lavorando a pieno regime i ministri selezionati da Mario Monti. (Foto Infophoto)

Lo stesso premier si è più volte mostrato alle telecamere per ribadire l’importanza di un cambiamento, di una riforma che facilitasse il più possibile l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Come dimenticare del resto l’intervista rilasciata a Matrix su Canale 5 dove Monti ha rilasciato la controversa dichiarazione sulla monotonia del posto fisso che gli è valsa un calo di popolarità e anche qualche insulto.

Ed è sempre parlando di riforma del lavoro, e sempre di posto fisso, che un altro membro del governo si è lasciato scappare un’espressione destinata a far discutere. Stiamo parlando del ministro dell’InternoAnna Maria Cancellieri, la quale in una intervista a Tgcom24 ha dichiarato:

“Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà”.

E nel tentativo di giustificare il premier ha aggiunto:

“E’ nata una querelle frutto di una fretta d’interpretazione. Il mondo moderno ha grandi esperienza di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso. Il mondo sta cambiando, come avviene nei paesi emergenti. Dobbiamo fare un salto, ma non demonizziamo. Monti ha voluto sdrammatizzare, non è stato fatto per mancanza di rispetto verso nessuno”.

La riforma, però, si farà e anche in tempi rapidi, come ha dichiarato il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, nel corso dell’ inaugurazione dell’anno accademico all’Università di Torino: 

“Su riforma bisogna agire, non si può più tergiversare. Il percorso deve essere rapido, non ci si può fermare, aspettare. Non è una soluzione e il governo ha il dovere di agire per cercare di risolvere i problemi, anche se questo non vuol dire negare al Parlamento la priorità di decidere. È in corso un dialogo con le parti sociali. Ciò vuol dire che non è tutto deciso, ma vogliamo ascoltare”.

La Fornero ha poi parlato ancora di posto fisso:

“Bisogna spalmare le tutele su tutti, non promettere il posto fisso che non si può dare. Questo vuol dire fare promesse facili, dare illusioni”.

 E di licenziamento:

”Non vogliamo che non esista la possibilità di licenziare, ma che chi è stato licenziato sia aiutato dalle istituzioni e dall’azienda di trovare in tempi ragionevoli una nuova occupazione”. 

Ma la presenza della Fornero all’Università - come spiega Marilena De Giorgio su Torino 2.0 - ha provocato la protesta di un gruppo di studenti i quali, con esponenti politici e rappresentanti dei movimenti cittadini, hanno tentare di valicare i blocchi di sicurezza chiusi dai cordoni di carabinieri e polizia che, fin dal primo mattino, bloccavano l’accesso alla piazza.

Si è registrato anche uno scontro, vicino ai giardini Cavour - spiega sempre Marilena -, mentre altri rappresentanti degli studenti sono riusciti ad entrare in Conservatorio e dare spazio alle istanze di tanti loro coetanei senza futuro e di precari senza speranza di riscatto.

Qui il video con l’intervento della Fornero:


UPDATE - La Cancellieri ha replicato alle critiche conseguenti la sua dichiarazione come segue: “Ho usato una frase infelice, non intendevo mancare di rispetto. Era un’esortazione ad abbandonare modelli di vita che non esistono più: ragazzi, il mondo oggi vi chiede il massimo della competitività”.

LINK UTILI:

Riforma del lavoro, Monti: “Che monotonia il posto fisso, i giovani si abituino a cambiare”

Disoccupazione Italia: sale all’8,9%, 2423 milioni i disoccupati

Ocse, giovani disoccupati in Italia crescono

Riforma del lavoro: Monti punta alla competitività, ecco come

Riforma del lavoro, Monti e Fornero, Ichino e flexsecurity

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano