Processo Mills, Bossi: "Berlusconi salvato dai giudici, i suoi voti servono al governo"

Scritto da: -

Bossi ha commentato la sentenza del Processo Mills sostenendo che Berlusconi è stato salvato perché al governo servono i suoi voti. Nel post il video.

bossi-mills-infophoto.jpg

L’esito del Processo Mills che vedeva l’ex premier Silvio Berlusconi, imputato di corruzione in atti giudiziari ha sollevato, come era pevedibile, non poche polemiche.

In molti hanno commentato la prescrizione del reato che non è di fatto un’assoluzione, come probabilmente confermerà il testo della sentenza che avremo modo di scoprire fra tre mesi. 

Se Berlusconi fosse stato giudicato innocente, infatti, sarebbe stato emesso un verdetto di assoluzione, come ha spiegato anche Antonio Di Pietro:

“Ancora una volta la prescrizione salva Berlusconi dalle sue responsabilità. Resta, però, il fatto obiettivo che i giudici, anche in esito al dibattimento, non hanno potuto procedere all’assoluzione ‘per non aver commesso il fatto’ perché, evidentemente, il fatto l’ha commesso eccome”. 

A puntare il dito contro la sentenza del Processo Mills anche Umberto Bossi che da Sassuolo (Modena) ha commentato:

“I giudici non sono ciechi e sordi, vivono anche loro il momento politico. Berlusconi è stato abile, pensavo che fosse condannato, invece i suoi voti sono determinanti per il governo. Magari non aveva commesso niente, come sosteneva lui, però vista da fuori è una brutta impressione”.

E poi ancora:

“A volte a pensare male ci si prende. Il processo l’ha superato a gonfie vele - ha aggiunto - i giudici non sono ciechi e sordi, vivono anche loro il momento politico. L’abbiamo capito anche noi”.

Ecco il video con le dichiarazioni del Senatùr:

LINK UTILI:

Processo Mills: Berlusconi contro i magistrati, ecco la lettera a Il Giornale

Processo Mills: Berlusconi denunciato dal pm Robledo, ecco perché 

Processo Mills: scatta la prescrizione per Berlusconi 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!