Governo Monti: giustizia e articolo 18, la maggioranza trova l'accordo

Scritto da: -

Il vertice di maggioranza del governo Monti ha trovato un'intesa su giustizia e lavoro. Nel post i punti dell'accordo.

vertice-maggioranza-tweet-casini.png Sembrava impossibile, dopo la lite a colpi di Facebook e Twitter fra Alfano e Bersani, che il vertice di maggioranza riuscisse a riunirsi a breve e pacificamente.

E invece il vertice di maggioranza c’è stato e, nella serata di ieri giovedì’ 15 marzo, Pierferdinando Casini ha twittato addirittura lo scatto che lo ritraeva con Monti, Alfano e Bersani con la didascalia: “Siamo tutti qui. Nessuna defezione”.

Il vertice è stato lungo ma ha portato alcuni risultati importanti. La maggioranza si è accordata sulla riforma del lavoro, in particolar modo sull’articolo 18, e sulla giustizia con un focus sulla lotta alla corruzione.

Come riporta Polisblog, ci sarebbe una situazione di stallo sulla governance Rai, tenuta per ultima da Monti: il Pdl vuole procedere alle nomine del cda con la legge Gasparri, il Pd è contrario.

Tutto bene invece sul fronte giustizia, dove si è deciso che il ddl anti-corruzione verrà ampliato con norme relative alla corruzione fra i privati, al traffico delle influenze e alla revisione della pena. 

Ma c’è di più perché il Pdl ha incassato la promessa che si farà una legge sulle intercettazioni.

Sul fronte riforma del lavoro e articolo 18, la direzione è quella del modello tedesco, cioè applicato solo a tutela dei licenziamenti discriminatori, ma non per i licenziamenti economici o per motivi disciplinari. 

LINK UTILI:

Riforma del Lavoro, Fornero: “Accordo realizzabile la prossima settimana” 

Vertice di maggioranza: è di nuovo scontro fra Bersani e Alfano 

Silvio Berlusconi Porta a Porta, Vespa: “Vittima della par condicio”.

Bossi contro Monti: “Rischia la vita, il Nord lo farà fuori”.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!