Berlusconi bunga bunga: Lisa Dalla Via ci spiega che cos'è veramente il Burlesque

Scritto da: -

lisadallavia-2.jpg

“A casa mia solo gare di Burlesque!”. Così l’ex premier Silvio Berlusconi aveva spiegato a un gruppo di giornalisti attoniti quello che accadeva in quei festini che lo hanno portato dritto in tribunale.

Un’affermazione che lo scorso venerdì 20 aprile scatenò il popolo di Twitter suscitando non poche proteste tra chi il Burlesque lo pratica, per passione e/o per lavoro, come la performer Lisa Dalla Via che abbiamo voluto intervistare per l’occasione.

Blogosfere: Che cos’è Burlesque?

Lisa: Il Burlesque nasce nella seconda metà dell’800 in Ighilterra, nell’epoca Vittoriana, come spettacolo del popolo che si faceva beffe delle classi più agiate. Poi si è evoluto come spettacolo erotico ma il Burlesque è un’arte con una sua storia, una sua tradizione. Ha una sua essenza e un significato, un’essenza che è quella del portare in scena un corpo liberato e non un corpo asservito. Il Burlesque è un’arte fatta da donne e vista dalle donne, perché ti assicuro il pubblico è soprattutto femminile; se un uomo vuole semplicemente guardare una donna mentre si spoglia, va in un locale di streep tease e non di Blurlesque. 

B: E’ vero che si facevano gare di Burlesque a casa di Berlusconi?

L: Non sono d’accordo con l’affermazione dell’ex premier e ora ti spiego perché. La performer non si spoglia e basta, la performer  racconta una storia. Lo spettacolo di Burlesque è uno spettacolo preparato, con una ricerca di musiche, di costumi: fare Burlesque non vuol dire comprare dei costumi nei sexy shop! Quest’arte non ha niente a che fare con quello che succedeva in quelle “cene eleganti”: l’ex premier non può dire che delle ragazze che si spogliavano per far piacere a un potente sono la stessa cosa di artiste che si spogliano con consapevolezza e autoironia! Qui non vedo l’autoironia  e la presa in giro che è alla base della storia del Burlesque, ma vedo solo asservimento!

B: La reputazione del Burlesque rischia di essere compromessa da questa storia?

L: Al di là della storia che ha coinvolto Berlusconi, la reputazione del Burlesque in Italia è già compromessa: gli italiani tendono a vedere nella performer una che si spoglia e basta. Ma in realtà non sono così pessimista, tutto questo parlare del Burlesque potrebbe anche portare del bene, sai com’è “che se ne parli bene o male, basta che se ne parli”… Magari qualcuno sentendone parlare si informa e acquista un biglietto per uno spettacolo.

B: So che tu hai esperienza anche come insegnante di Burlesque (ndr La Cave du Burlesque) mi parli delle donne che decidono di praticare quest’arte?

L: Le donne che si avvicinano al Burlesque spesso lo fanno perché hanno bisogno di sentirsi più sicure, di liberarsi. Capita che siano ragazzine timide o donne che hanno passati una vita a casa o al lavoro e che hanno bisogno di riscoprire la loro femminilità, di acquisire consapevolezza. E tornando al discorso di prima, questo è quello che differenzia lo spirito del Burlesque da… quelle robe lì…

B: Dalle cene eleganti…

LINK UTILI:

Silvio Berlusconi bunga bunga: “A casa mia solo gare di burlesque”

Processo Ruby, Berlusconi: “solo gare di burlesque”. Su Twitter si cerca #unalibipersilvio.

Berlusconi bunga bunga: Iris Berardi si travestì da Ronaldinho. Commentate voi, io non ci riesco.

Bunga bunga, il racconto di Ambra e Chiara.

Bunga Bunga su Ryanair a soli 12 euro!

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 6 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano