Lega fondi esteri: le bugie di Renzo Bossi a papà, dall'università all'auto in leasing

Scritto da: -

Dallo scandalo che ha coinvolto la Lega Nord emerge un Umberto Bossi raggirato da figli e fedelissimi. Gli inquirenti stanno facendo luce.

rosymauro-bossi-trota-infophoto.jpg

C’è chi, tra le fila del Carroccio, parla addirittura di circonvenzione di incapace, riferendosi alle “palle colossali” che sarebbero state raccontate al leader della Lega Nord dalla sua famiglia, il Trota in testa, e dai suoi fedelissimi.

Che Bossi non fosse nel pieno della forma, quello già lo sapevamo, e onestamente non stentiamo a credere che sia arrivato al punto di farsi raggirare da quel “brillantone” del Trota e da quella Rosi Mauro (Foto Infophoto) che così amorevolmente gli offriva il suo braccio nel corso degli incontri pubblici del Carroccio.

Ma veniamo ai fatti che già comunque parlano da soli.

Ieri sera 4 aprile 2012, alla presenza del Senatur, si è tenuta una riunione d’urgenza dei vertici della Lega allo scopo di affrontare le notizie trapelate dallo scandalo sui fondi esteri che ha costretto alle dimissioni il tesoriere Belsito.

Secondo i vertici del Carroccio, i “Colonnelli”, le contestazioni degli inquirenti sui soldi sottratti al partito e utilizzati per pagare la bella vita del “Delfino” Renzo, oltre che per la ristrutturazione della residenza di Gemonio, sarebbero vere.

Il Senatur sotto choc, pare abbia cercato di smentire e negare, ma per lui il bello deve ancora venire…

Come quando - riporta Repubblica  - Bossi assicura che il Trota sta studiando Economia e che la laurea è vicina: “Mi ha fatto vedere il libretto”; ma i suoi insistono, e quando un leghista di rango gli fa notare che non è così, all’Umberto sembra franare il terreno sotto i piedi

Stesso siparietto sulla storia della Bmw di Renzo con Umberto che bofonchia: “Mi ha detto che la sta pagando in leasing” (storiella ripetuta dal “baldo giovane” anche ai microfoni dei giornalisti, guarda qui il video!). La storia non regge, Umberto viene immediatamente contestato e, dopo uno sguardo ai presenti, una smorfia di incredulità, si attacca al telefono ma poi decide di lasciare la riunione e di partire alla volta di Gemonio per affrontare la questione con i familiari, moglie e figli, tutti coinvolti nell’inchiesta.

Il tempo di Bossi è quasi sicuramente giunto al termine. E’ tempo forse di lasciare spazio a quei rinnovatori riuniti intorno alla figura di Maroni che già da alcuni mesi fanno sentire la loro voce, proprio loro che oggi parlano di “circonvenzione di incapace” ai danni del Senatùr.

LINK UTILI

Lega Nord scandalo: denaro pubblico alla famiglia Bossi, Belsito si dimette

Francesco Belsito indagato: truffa per rimborsi elettorali, è terremoto nella Lega 

Renzo Bossi videointervista caso Belsito: “Nessuno della mia famiglia ha preso soldi”…

Vota l'articolo:
3.90 su 5.00 basato su 39 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano