Di Pietro sul Corriere: "Il Pd scelga con chi sta"

Scritto da: -

Oggi si vota la mozione contro il ministro Fornero e l'Idv sta alla finestra: "Voglio vedere se i parlamentari del Pd faranno finta di non vedere o voteranno per partito preso".

dipietro.jpg

“Il Pd scelga con chi sta sul Lavoro“. E’ una delle frasi più significative dell’intervista che Antonio Di Pietro (foto: infophoto), leader di Idv, ha rilasciato al Corriere della Sera. L’ex magistrato, nel corso della chiacchierata, non ha lesinato critiche al governo attualmente in carica: “A noi non piace l’esecutivo del ragionier Monti: che male c’è? Se il duo D’Alema - Casini vuole costruire una maggioranza in continuità con quella attuale, noi non ci saremo. Noi pensiamo a una coalizione in alternativa al centrosinistra. Noi vogliamo fare un governo politico, con un programma politico su cui confrontarci con gli elettori del Pd, non con i suoi dirigenti”.

Oggi si vota la mozione di sfiducia al ministro Fornero e Di Pietro lancia la provocazione: “Sono curioso di vedere come si comporteranno i parlamentari del Pd. In un Paese civile, un ministro si sarebbe già dimesso senza bisogno del voto dopo quello che ha detto. Cosa farà Bersani? Continuerà a immolarsi come San Sebastiano per il governo? I parlamentari del Pd faranno finta di non vedere che il ministro sta lasciando a casa migliaia di esodati? Voteranno per partito preso?”.

Su un argomento, Italia dei Valori concorda con il Partito Democratico: “Ben vengano le primarie. E voglio ribadire che per noi quella di Bersani continua a essere una candidatura di qualità”. E a chi dice che il Pd voglia far fuori l’Idv dalla coalizione perché “non presentabile”, Di Pietro risponde per le rime: “Il problema riguarda anche le mie critiche a Napolitano? Il cittadino Di Pietro non può farle? La violazione della Costituzione non è rappresentata dalle mie critiche, ma dalla censura nei miei confronti. Con tutto il rispetto nei confronti del presidente della Repubblica, io ritengo che abbia avuto delle sollecitazioni da un testimone processuale, poi finito indagato. Perciò lui avrebbe dovuto rifiutare l’interlocuzione con questa persona o avvertire il pubblico ministero che seguiva l’indagine perché c’era un inquinamento probatorio in corso”.

Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano Referendum Lodo-Alfano

LINK UTILI:

Trattativa Stato - Mafia: Severino risponde a Di Pietro

Alghero: fermato contestatore di Di Pietro, il video

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano