Rai cda nomine: salta il voto, ma Gubitosi e Tarantola sono già al lavoro

Scritto da: -

Oggi pomeriggio nuova votazione per il cda. Intanto i due dirigenti indicati dal governo si dividono i compiti, "il nostro modello è la Bbc"

Tarantola-e-Gubitosi.jpg

Prima una lettera sbagliata, poi una scheda bianca. Questi le imperdonabili sbavature che hanno fatto saltare il voto di ieri sul nuovo consiglio di amministrazione Rai e costretto la commissione di Vigilanza a fissare una nuova riunione per questo pomeriggio.

Responsabili del rinvio i parlamentari del Pdl dalle cui file è arrivata prima una scheda con scritto Verri invece di Verro (Antonio Verro è uno dei due consiglieri indicati dal centrodestra insieme a Guglielmo Rositani) che ha costretto il presidente della commissione Sergio Zavoli a rinviare la votazione. A quel punto una scheda bianca ha determinato due ex aequo tra Flavia Nardelli e Antonio Pilati e un nuovo rinvio a oggi pomeriggio.

Intanto i due dirigenti designati dal Governo, Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi si sono divisi i compiti e stanno già lavorando su bilanci, contratti delle star, stipendi dei dirigenti, giornalisti e collaboratori. L’obiettivo è equiparare i costi di gestione dell’azienda pubblica a quelli delle altre televisioni pubbliche.

Alla Tarantola, presidente del cda, spetta la governance e la messa in opera dei ritocchi alla guida aziendale. A lei toccherà decidere sui contratti fino a 10 milioni e sulle nomine della struttura gestionale. Gubitosi, direttore generale, dovrà provvedere al contenimento dei costi, partendo dalla pubblicità, gestire il cambio al Tg1 dove Alberto Maccari è in uscita, occuparsi anche di Rai2 e, novità delle ultime ore, della posizione in bilico di Bianca Berlinguer al Tg3.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.