Giovanni Favia da eretico ad aspirante seminarista. Sacro e profano nel Movimento 5 Stelle

Scritto da: -

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle dopo il fuori onda d'accusa a Piazza Pulita sulla 7 per la gestione Grillo - Casaleggio, si prende la scomunica, ma non pensa a nessuna ulteriore adesione al Pd, anzi: "piuttosto in seminario"

favia.jpg E’ l’esponente del Movimento 5 Stelle che col suo fuorionda a Piazza Pulita ha fatto emergere la gestione Grillo-Casaleggio in quello che si sta preparando a diventare il terzo partito nazionale. Dopo la definizione di eretico che i militanti gli hanno affibbiato per contestare le dichiarazioni a microfoni semi spenti della tv, oggi è il richiamo al sacro torna per bocca dello stesso Giovanni Favia. Il novello Savonarola che non contesta la dottrina, ma i vertici, ha descritto il suo futuro politico con un’immagine: “Piuttosto che andare nel Pd vado in un seminario” ha dichiarato in un’intervista a Repubblica nell’edizione di Bologna.

E i commenti a questa dichiarazione si stanno moltiplicando proprio sulla pagina Facebook del consigliere emiliano: in molti sperano in una conclusione ecumenica che possa sanare la scissione, che riporti Favia all’ovile e che il figliol prodigo ritrovi la fiducia di Grillo dopo la scomunica.
Intanto  proprio in Emilia Romagna si sta organizzando una fronda “a 5 stelle” che punta a coordinare gli eretici e il gruppo dell’ex Tavolazzi per proporre anche in Italia un’esperienza come quella del partito pirata già presente in Germania. Da Ferrara e Cento si stanno organizzando i promotori della nuova esperienza.

Vota l'articolo:
3.44 su 5.00 basato su 9 voti.