Scuola 2.0: a Bergamo si studia sui tablet. E i risultati arrivano

Scritto da: -

In un liceo del nord Italia alcuni ragazzi hanno studiato per due anni sulle tavolette digitali invece che sui libri tradizionali. Una sperimentazione promossa a pieni voti.

medium_6966883093.jpg

Sono stati i primi, nel 2010, a utilizzare i tablet in una scuola pubblica. Per due anni gli studenti della V L del Liceo scientifico Lussana di Bergamo hanno abbandonato i tradizionali libri di testo per le tavolette digitali.

Niente più  lezioni frontali, hanno imparato a lavorare in gruppo su aree tematiche complesse e multidisciplinari, stimolati da domande precise alle quali bisognava rispondere cercando informazioni in rete. Informazioni che hanno rielaborato e condiviso in ambiente wiki.

Lo scorso giugno, all’esame di Stato condotto con i metodi tradizionali, sono arrivati i primi risultati. Su 14 studenti, 4 hanno preso voti tra 81 e 90 e 3 tra 91 e 100. Una distribuzione di voti paragonabile, se non migliore, a quella delle sezioni gemelle. Promozione a pieni voti, per gli alunni e per il metodo.

“Questi studenti sono stati in grado di affrontare a superare una prova differente rispetto a quelle a cui erano abituati, ristrutturando in modo efficace le conoscenze - ha dichiarato soddisfatta Dianora Bardi, promotrice della sperimentazione - non solo, durante gli esami sono stati sempre molto autonomi e tranquilli, sicuri del loro livello di apprendimento. Se non è maturità questa”.

Vota l'articolo:
3.71 su 5.00 basato su 34 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Politicaesocieta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano